Azione del sisma sulle costruzioni: teoria e intuizioni

I metodi di calcolo più diffusi (metodi lineari) valutano gli effetti del sisma mediante l’applicazione di forze equivalenti o mediante l’applicazione di spostamenti secondo i modi di vibrare dell’edificio (ai quali viene applicata l’accelerazione spettrale).
In realtà, il fenomeno fisico è regolato da due elementi fondamentali:

Continua a leggere…

Soluzioni e accorgimenti per strutture antisismiche in calcestruzzo armato

Diciamo le cose come stanno: realizzare una struttura con elevate capacità antisismiche con le tecniche tradizionali è cosa praticamente impossibile. Per quanto può contare il mio parere, la soluzione veramente efficace consiste nell’utilizzo di sistemi di isolamento sismico, ma di questo sarò felice di parlarne in altri approfondimenti. In questo articolo applicheremo le prescrizioni delle Norme Tecniche delle Costruzioni e degli Eurocodici, attraverso particolari costruttivi di semplice realizzazione ed utilizzando la comune tecnologia costruttiva degli edifici in c.a. intelaiati.

Continua a leggere…

Vulnerabilità sismica degli edifici esistenti: Metodi e parametri di riferimento

Il concetto di capacità alle azioni sismiche è fondamentale nell’approccio di tutti i tipi di interventi riguardanti gli edifici esistenti. Con la pubblicazione del decreto sul Sismabonus, risulta indispensabile la conoscenza delle procedure riguardanti la vulnerabilità. Continua a leggere…

Adeguamento e miglioramento : definizioni e normativa

A volte ho l’impressione che non per tutti siano chiari i concetti di “adeguamento” e “miglioramento”. O meglio: il termine “miglioramento”, anche a chi usa l’intuito al posto della conoscenza, è di più semplice comprensione; il termine adeguamento invece nasconde concetti meno intuitivi. Entrambi i termini si riferiscono agli edifici esistenti ed alle “azioni considerate”: è così che li definisce il DM 14/01/2008. Continua a leggere…

Effetti del second’ordine : approfondimenti per le strutture a telaio

Un modo semplice per considerare gli effetti della non linearità geometrica (effetti P-Δ) è, utilizzare la formula θ per impalcati suggerita sia dall’Eurocodice 8 (§ 4.4.2.2) sia dal DM 14/01/2008 (§7.3.1). Continua a leggere…